Orientamento

Orientamento

Idee per il tuo futuro: dai tuoi interessi al mondo del lavoro

Obiettivo: ricerca e produzione chimica

Percorsi di studio e sbocchi professionali

Le persone che si occupano di ricerca e produzione chimica in azienda possono svolgere diverse attività: per esempio, studiano nuovi modelli molecolari e sulla base di questi sperimentano e realizzano nuovi prodotti o ne migliorano altri già esistenti. Questo tipo di attività di ricerca, studio e sperimentazione produce innovazione applicata ai processi produttivi delle aziende produttrici, quali aziende chimiche e farmaceutiche, spesso formalizzata in un brevetto.

Opportunità di impiego

Al termine del percorso di studio, le opportunità di impiego nel settore chimico sono buone. Infatti, a un anno dalla laurea, i corsi di laurea magistrale in Scienze e tecnologie della Chimica industriale (classi di laurea LM-71) hanno un tasso di occupazione del 79,2%, uno stipendio mensile netto medio di 1392 euro e il tempo per trovare lavoro è di soli 4,1 mesi in media (fonte: Almalaurea.it, marzo 2022).

Tre esempi di professioni

  • Persone esperte in tecniche chimiche: assistono le persone specializzate in analisi di materie solide, liquide e gassose condotte nell’ambito della ricerca chimica, per attività di produzione finalizzate allo sviluppo di nuovi prodotti o processi. Inoltre, assistono le persone specializzate nel controllo della qualità della produzione, nel controllo e mantenimento degli standard di qualità ambientale e nel controllo e messa in sicurezza degli impianti.
  • Persone esperte in tecniche della conduzione e del controllo di impianti chimici: applicano procedure, regolamenti e tecnologie proprie per controllare e gestire, attraverso sistemi automatizzati, il funzionamento e la sicurezza dei processi di lavorazione e dell'impiantistica chimica di flusso.
  • Persone che esercitano la professione chimica o professioni assimilate: conducono ricerche, test e analisi qualitative e quantitative su sostanze naturali o sintetiche, ne individuano la composizione e le variazioni chimiche e energetiche, applicano metodi di indagine, formula teorie e leggi sulla base delle osservazioni sperimentali.

Per scoprire i mestieri leggi anche:

Percorsi di studio

Per lavorare nell’ambito della ricerca e produzione chimica si può scegliere fra tre diverse classi di laurea, per esempio:

  • triennale in Scienze e tecnologie chimiche (L-27)*, Scienze e tecnologie farmaceutiche (L-29, 24)
  • magistrale in Scienze e tecnologie della Chimica industriale (LM-71) e Ingegneria chimica (LM-22)

*Tra parentesi sono indicate le classi di laurea secondo la codifica ministeriale.

Oltre ai corsi di laurea in Chimica, alcuni atenei offrono percorsi di laurea triennali, professionalizzanti o a ciclo unico (afferenti alle classi di laurea L-27) più specifici per l’ambito industriale:

 Oltre al corso di laurea magistrale in Chimica, sono disponibili percorsi per una laurea magistrale (afferenti alla classe di laurea LM-71 e LM-22) specifica per l’ambito industriale:

Approfondimento realizzato in collaborazione con Talents Venture

Aggiornato al 21 marzo 2022

Ricerca chimica

Realizzato da Talents Venture, fonte dei dati: Almalaurea